Guido Harari

Guido Harari

Guido Harari nasce ad Il Cairo nel 1952, ma presto la sua famiglia si trasferisce a Milano e qui vive per cinquantanni. É un fotografo e critico musicale italiano, ha conosciuto e fotografato i più grandi miti della musica. Nei primi anni settanta inizia la duplice professione di fotografo e di giornalista musicale, e collabora con riviste come “Ciao 2001”, “Giovani”, “Gong”, “Rockstar”, “Rock & Folk”, “Mojo”, “Amica”, “Linea Uomo”, “Sette”, “Max”, “King”, “Moda”, “Specchio”, “Gentleman”, “SportWeek”, “L’Uomo Vogue”. Ha firmato un’infinità di copertine di dischi per i maggiori artisti musicali italiani e internazionali. Ha realizzato varie mostre, tra cui Strange Angels 2002/05, Wall Of Sound 2007/08, Sguardi randagi. Fabrizio De Andrè fotografato da Guido Harari 2009/10. Ha pubblicato numerosi libri illustrati tra cui The Beat Goes On (con Fernanda Pivano, 2004), Vasco! (2006), Fabrizio De André. Una goccia di splendore (2007), Fabrizio De André & PFM. Evaporati in una nuvola rock (con Franz Di Cioccio, 2008), Mia Martini. L’ultima occasione per vivere (con Menico Caroli, 2009), Gaber. L’illogica utopia (2010), Tom Waits (2013), Pier Paolo Pasolini. Bestemmia (2015), The Kate Inside con le sue fotografie di Kate Bush (2016), Wall Of Sound (2018), Fabrizio De André. Sguardi randagi (2018), ed il recente Remain il Light. 50 anni di fotografie ed incontri (2022) una grande antologia di storie ed immagini della sua attività. Nel 2011 dopo essersi trasferito ad Alba, ha fondato Wall Of Sound Gallery, la prima galleria fotografica italiana interamente dedicata alla musica ed una casa editrice di cataloghi e libri in tiratura limitata dedicate alla Musica.

Contenuti

Articolo